Istituto Statale di Istruzione Superiore
Andrea Gritti - Mestre [ITT Gritti + ITC Foscari]

istituto statale di istruzione superiore andrea gritti [itt gritti + itc foscari] - mestre
ti trovi in: home> pagine
Pagina inserita da Cest_Dieg il 25/03/08 (aggiornata al: 17/11/15) (letture: 12856)
personale docente
insegnante

Che cos' l'alternanza scuola lavoro (ASL) ?

Informazioni e link sul tema.
Descrittori (tag): [scuola-lavoro]

Introduzione

L'art. 4 della legge n. 53 del 28 marzo 2003 introduce in Italia un'opzione didattica che prevede l'utilizzo della risorsa “realtà lavorativa” come ambiente di apprendimento.

L'alternanza è definita nella legge come “modalità di realizzazione del percorso formativo progettata, attuata e valutata dall'istituzione scolastica e formativa in collaborazione con le imprese, con le rispettive associazioni di rappresentanza e con le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, che assicuri ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro”.

Il percorso formativo in alternanza prende avvio da un 'analisi dell'offerta formativa del territorio che veda l 'incontro tra i fabbisogni formativi della scuola e quelli professionali delle aziende.

Caratteristiche dell'alternanza

L'alternanza

Destinatari dell'alternanza sono gli studenti del secondo ciclo dell'istruzione che hanno compiuto il 15° anno di età; Il percorso didattico in azienda sarà preferibilmente organizzato con gli studenti delle classi terza, quarta e quinta.

L'importanza dell'esperienza in alternanza

L'aspetto formativo pervade l'intera esperienza di alternanza, rendendola interessante in quanto valorizza competenze trasversali e skill comportamentali di base. Al giovane coinvolto, infatti

L'alternanza, come strumento flessibile, favorisce la personalizzazione degli interventi educativi; se da un lato si può costituire come proposta formativa articolata in percorsi integrati, in cui istituti scolastici e realtà lavorative mettono a disposizione situazioni di apprendimento differenti per definire percorsi più completi, dall'altro essa si può anche configurare come risorsa per i ragazzi in difficoltà e strumento efficace per contrastare la dispersione scolastica. Imparare attraverso il fare può, infatti, consentire agli studenti - soprattutto - a quelli demotivati di recuperare gli stimoli per continuare ad apprendere, acquisendo un saper fare da potersi giocare anche nel contesto scolastico.

L'alternanza è potenzialmente un moltiplicatore delle opportunità di successo per tutti.

Obiettivi e metodi

Una diversa modalità di acquisizione delle conoscenze e delle competenze previste dai percorsi tradizionali e può sicuramente offrire un contributo a superare la tradizionale separazione tra momento formativo (in aula) e momento applicativo (in azienda), secondo la logica del learning by doing , rispondendo meglio ai bisogni individuali di formazione dello studente

Realizzare un tipo di offerta formativa, che si basa sulla reciprocità dei processi del “pensare ” e del “fare ”, visti come complementari e non più come separati (e attinenti l 'uno alla scuola e l 'altro al lavoro) costituisce un ulteriore passo per superamento della separazione tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro.

L 'obiettivo dell'Alternanza Scuola Lavoro è quindi quello di:

Valutazione e certificazione

Tutto il percorso di formazione in aula ed apprendimento sul campo viene costantemente monitorato dalla figura del tutor scolastico (un insegnante del Consiglio di Classe) e da un tutor aziendale. Alla fine del processo vi è un momento di valutazione congiunto che può avere anche delle ricadute nell'ambito delle singole discipline scolastiche.

La conclusione dell'attività è certificata con un attestato rilasciato dall'istituzione scolastica.

ASL al Gritti

Nel nostro Istituto il percorso di Alternanza Scuola Lavoro si è sviluppato nell'indirizzo Iter a partire dall'anno scolastico 2005/06 (con un prambolo nel 2004/05), ed ha avuto come particolare riferimento le attività professionali di Guida Naturalistica e Guida Artistico-museale

Materiali

2004/2006

2005/2007

2006/2008

2007/2010

 

Link utili