Istituto Statale di Istruzione Superiore
Andrea Gritti - Mestre [ITT Gritti + ITC Foscari]

istituto statale di istruzione superiore andrea gritti [itt gritti + itc foscari] - mestre
ti trovi in: home> pagine
Pagina inserita da curatore il 17/11/11 (aggiornata al: 17/11/11) (letture: 2954)
curatore del sito
Docente di lettere nel triennio di sezione A
Responsabile di pubblicazione del sito

Regolamento dei dipartimenti

il regolamento dei dipartimenti dell'Istituto Gritti
Descrittori (tag): [regolamenti]

Regolamento per i Dipartimenti di area disciplinare

Art. 1 Istituzione e composizione dei Dipartimenti

In applicazione della delibera del Collegio dei Docenti del 16 novembre 2011 vengono istituiti i Dipartimenti. Essi costituiscono la partizione del Collegio dei Docenti e si articolano per aree disciplinari, al fine di dare sostegno alla didattica e alla progettazione formativa.

I Dipartimenti sono una sede deputata, nell'ambito didattico ed educativo, alle scelte metodologiche e all’ampliamento della comunicazione in merito ai saperi disciplinari, curano la diffusione interna della documentazione, allo scopo di favorire scambi di informazioni, di esperienze e di materiali con il compito di concordare scelte comuni e condivise circa il valore formativo delle proposte. Sono il luogo di confronto tra insegnanti dell’area disciplinare in merito alla programmazione, alla scelta dei libri di testo e sussidi, ecc. nel rispetto della libertà di insegnamento e della normativa vigente.

I Dipartimenti sono composti da tutti i docenti, raggruppati per aree disciplinari, che rappresentano le varie discipline trasversalmente e ne indirizzano e sistematizzano le finalità nei diversi corsi di studio.

I lavori vengono coordinati da un docente eletto dal Dipartimento stesso.

Si osserva a questo proposito che le singole discipline non afferiscono necessariamente ad una singola area culturale, secondo uno schema rigido e prefissato, ma in una prospettiva di didattica flessibile e trasversale, possono collocarsi in diversi ambiti, a seconda del contesto di indirizzo, del curricolo, del percorso modulare. Pertanto la loro composizione/articolazione potrà essere modificata su indicazione del Dipartimento stesso tenendo conto delle varie esigenze e realtà, nonché dei diversi progetti posti in essere dall’istituzione scolastica.

È allegato al presente Regolamento lo schema dei Dipartimenti di area disciplinare e delle materie afferenti.

Art. 2 Compiti del Dipartimento

Il Dipartimento raccoglie, analizza e coordina le proposte dei singoli docenti e dei consigli di classe, al fine di predisporre un piano organico delle iniziative (curricolari, integrative, complementari) condiviso dal Dipartimento, per presentarlo agli organi collegiali competenti (Consigli di Classe e/o Collegio Docenti e/o Consiglio di Istituto). Tale piano si integra nel POF dell'Istituto.

Rientrano tra i compiti specifici dei Dipartimenti tutte le azioni e le scelte in ambito didattico-educativo inerenti a

In ordine alle aree sopra indicate, i Dipartimenti evidenzieranno volta per volta le priorità degli interventi, specifiche per la tipologia e le esigenze dell'Istituto quali, a titolo d'esempio: l'attenzione alla continuità verticale e alla coerenza interna dei curricoli; il consolidamento delle competenze di cittadinanza di base; le proposte inerenti la quota di autonomia; la promozione della didattica laboratoriale e dell'alternanza scuola-lavoro.

Art. 3 Compiti del coordinatore

Il docente coordinatore di Dipartimento

  1. rappresenta il proprio Dipartimento;
  2. collabora con gli altri coordinatori di Dipartimento;
  3. d'intesa con il Dirigente scolastico presiede le riunioni del Dipartimento programmate dal Piano annuale delle attività. Tutte le volte che lo ritenga necessario ed entro il monte ore annuo fissato dalle norme contrattuali vigenti convoca, di norma con un preavviso minimo di 5 giorni, ulteriori riunioni del Dipartimento, comunicandone data e orario alla dirigenza;
  4. programma le attività da svolgere nelle riunioni;
  5. raccoglie la documentazione prodotta dal Dipartimento mettendola a disposizione dell'istituzione scolastica;
  6. è punto di riferimento per i docenti del proprio Dipartimento come mediatore delle istanze di ciascun docente (relativamente alle competenze del Dipartimento), garante del funzionamento, della correttezza e della trasparenza del Dipartimento.

Art. 4 Funzionamento del Dipartimento

  1. Le riunioni dipartimentali si svolgono nei tempi fissati dall'art. 27 del C.C.N.L. vigente, non superando 40 ore annuali comprensive delle convocazioni ordinarie e straordinarie del Collegio docenti.
  2. Le delibere dei Dipartimenti, approvate a maggioranza semplice dei docenti presenti, contribuiscono alla formazione delle delibere del Collegio dei docenti.
  3. Le riunioni dei Dipartimenti potranno realizzarsi sia in forma plenaria, sia per sottogruppi, quali i coordinamenti di materia, o gruppi di lavoro diversamente articolati, a seconda delle esigenze. Tali diverse articolazioni potranno individuare dei docenti referenti (coordinatori di materia, referenti per progetti specifici, ecc.) che collaboreranno con il coordinatore di Dipartimento.
  4. I lavori e le delibere dei Dipartimenti saranno in ogni caso verbalizzati su un apposito registro dei verbali.

Allegato 1

I dipartimenti di area disciplinare sono così strutturati:

DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI
  • Arte e territorio
  • Lingua e letteratura italiana
  • Lingua inglese
  • Religione
  • Scienze motorie e sportive
  • Seconda e terza lingua comunitarie
  • Storia, cittadinanza e costituzione
DIPARTIMENTO MATEMATICO E SCIENTIFICO
  • Informatica
  • Matematica
  • Scienze integrate
DIPARTIMENTO PROFILO PROFESSIONALE
  • Geografia / Geografia turistica
  • Discipline economico-aziendali
  • Discipline economico-giuridiche
 
Valid XHTML 1.0! Valid CSS! WAI level A